giovedì, luglio 27, 2006

Approvato l’indulto, che schifo!

Ero abituato a contestare spesso il governo Berlusconi ed i suoi alleati per i provvedimenti presi nell’ultima legislatura. Ora, al governo c’è il centrosinistra che, almeno apparentemente, avrebbe dovuto dare un segno di discontinuità con il passato. Oggi alla Camera è stata una giornata vergognosa per il centrosinistra. Il provvedimento dell’indulto (riduzione di pena per alcuni reati) è stato approvato (460 Si, 94 No) e si aspetta l’approvazione definitiva al Senato. I partiti contrari al provvedimento sono stati Lega, AN, Italia dei valori e PDCI (astenuto). Gran parte della sinistra più FI e UDC hanno appoggiato lo scempio del Ministro Mastella che forse ha pensato di rimanere coerente con il suo nome, Clemente. Chi ci crede alla favoletta del sovraffollamento delle carceri? Non dico che non sia vero, semplicemente non è vero che i parlamentari abbiano a cuore un tale problema. Perché non costruire nuove carceri? Mistero. La cosa più sconcertante del provvedimento è stata l’estensione dell’indulto anche ai reati di corruzione, falso in bilancio, reati fiscali e contro la pubblica amministrazione. Sono d’accordo che è assurdo che un ragazzo che fuma uno spinello debba finire in carcere e sicuramente ci sono molti poveracci che stanno in carcere per poco o niente. Non si può, però, risolvere tutto con un indulto che spazza via in un solo colpo tutti i propositi di crescita morale del Paese. L’inciucio con FI è, a dir poco, stupefacente. Un regalo inaspettato e che nessuno si sarebbe immaginato solo pochi mesi fa. Che delusione, e pensare che il Governo era partito con buoni propositi (lotta all’evasione fiscale) e con tante critiche sull’operato del Berlusca, accusato di aver rovinato l’Italia dal punto di vista morale. Per una volta sto con la Lega e AN ed apprezzo la battaglia di Di Pietro, assolutamente contrario al provvedimento. Sconcertanti le parole di Bertinotti che ha definito deplorevole l’idea di Di Pietro di pubblicare i nomi dei parlamentari che hanno votato a favore dell’inclusione, nel provvedimento, del reato di voto di scambio. Mi dispiace, ma il Governo ha incominciato in maniera pessima il suo operato. Viste queste premesse non penso che si andrà molto lontani e dovremo aspettare ancora parecchio tempo prima di assistere ad una svolta nel Paese. Ma, dico io rivolto al centrosinistra, vi siete tutti fumati il cervello? E si, tanto che ve ne frega, non finirete in carcere per questo, c’è l’indulto….

2 Comments:

At luglio 28, 2006 4:37 PM, Blogger Johnny said...

Sembra una legge fatta dal centrodestra. Hanno esteso l'indulto a cani e porci, i loro amichetti che rubano nelle casse dello stato o che per farsi eleggere comprano i voti dai loro amici mafiosi possono stare tranquilli e andare avanti a fare quello che vogliono restand.o impuniti.
Posso capire l'indulto per chi è in carcere per aver troppa droga con sè ma per quelli che si sono immischiati con la mafia no, io li manderei a scavare le gallerie

 
At luglio 29, 2006 11:32 AM, Anonymous sandra said...

Dovevamo capire che sarebbe andata a finire così: il buongiorno si vede dal mattino...Cos'hanno fatto, all'atto della formazione del nuovo governo? hanno tenuto subito in disparte Di Pietro, hanno permesso che mastella facesse la voce grossa e poi gli hanno dato iil ministero della giustizia! Cosa dovevamo aspettarci? E' tutto logico!
e io, ingenua, che ho creduti in una svolta e li ho votati!
Che schifo.
Vorrei rimandarvi al blog di grillo: ora Di Pietro è demonizzato da tutta l'Unione.
Non si tocca mai il fondo...

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter