mercoledì, maggio 31, 2006

Avviso di sfratto non eseguito.

Secondo Berlusconi, le elezioni amministrative appena concluse avrebbero dovuto dare una spallata al governo Prodi e, più precisamente, un vero e proprio avviso di sfratto. I risultati tuttavia non hanno permesso l’esecuzione di uno sfratto, infatti il centrodestra ha perso comuni e province a favore del centrosinistra e anche nel caso delle riconferme, come in Sicilia dove ha vinto Cuffaro (stendiamo un velo pietoso, la lotta alla mafia è distante…) e Milano dove la Moratti ha preso il posto di Albertini, i risultati sono stati inferiori a quelli di cinque anni fa. Il risultato più eclatante è stato quello di Chiamparino che con un 66,6% ha surclassato l’ex Ministro Buttiglione che ha portato a casa un misero 29,5%. Insomma, se dopo le elezioni politiche tutti dicevano che il Paese era spaccato a metà (come i nostri c. …..) ora si può dire che il Paese pende più da una parte, quella del centrosinistra. Dopo il risultato di queste ultime elezioni anche Berlusconi ha preferito abbandonare in parte la guerra che aveva scatenato, affermando di non voler considerare l’esito del Referendum Costituzionale del 25 giugno come un ulteriore tentativo di spallata al nuovo governo. Tornando all’avviso di sfratto minacciato dall’ex Premier, è giusto soffermarci brevemente sul significato della frase. Un avviso di sfratto viene dato da un padrone di casa ad un inquilino in affitto, giusto? Secondo questa considerazione, Berlusconi si sentirebbe padrone di casa e Prodi sarebbe in affitto da lui. Il fatto è che Palazzo Chigi non è in affitto e non esiste nessun padrone di casa se non lo Stato stesso. Chi “risiede” a Palazzo Chigi lo fa in virtù della vittoria conseguita alle elezioni, del conferimento dell’incarico da parte del Presidente della Repubblica e del voto di fiducia espresso dal Parlamento. Forse Berlusconi non lo sa ancora, ma lui non è il padrone di Palazzo Chigi e Prodi non gli paga nessun affitto… E’ questo ciò che manca a Berlusconi: il senso delle istituzioni e l’umiltà di ammettere le sconfitte.

9 Comments:

At maggio 31, 2006 2:35 PM, Anonymous sandra said...

Ovviamente sono d'accordo.
Mi piacerebbe però che queste riflessioni,invece di restare limitate all'ambito del blog, fossero esternate pubblicamente dai giornalisti, o magari anche dai politici presenti a "Porta a Porta" o ad altri talk shows.
Mi sembra che la sinistra sia troppo ossequiosa, quando non addirittura timorosa,nei confronti della Cdl e di coloro che continuano a fomentare lo scontento e la lotta?

 
At maggio 31, 2006 3:08 PM, Blogger informatore said...

se andassi a porta a porta magari lo direi in persona...hai qualche aggancio? :)

 
At maggio 31, 2006 5:13 PM, Blogger vieller said...

I padroni di casa sono gli elettori.
Gli elettori sono anche proprietari "pro tempore" di tutte le sedi comunali, provinciali e regionali. Dico "pro-tempore" xchè sono proprietari finchè saranno residenti nella zona, eccetto palazzo Chigi (che è anche degli italiani all'estero).
Mentre i Berlusconi o i Prodi di turno, sono realmente gli inquilini, e devono risponderne a noi proprietari. E gli italiani hanno scelto il loro inquilino .... mi pare.
Per quanto riguarda il valore che avrebbero avuto le elezioni amministrative, sono convinto che dipende sempre dall'esito.
Prova a pensare con circa 19 milioni di elettori, se avesse veramente stravinto l'opposizione; cosa sarebbe successo?

 
At giugno 03, 2006 7:51 PM, Blogger Montecristo said...

Io credo che per Berlusconi la "casa" da cui voler sfrattare Prodi non era solo Palazzo Chigi, ma tutta l'Italia.
Per lui l'intero Paese è cosa sua, dove può fare e disfare ciò che vuole.
Vedasi tutte le leggi ad hoc, tra cui anche quella sul voto degli italiani all'estero.
Per fortuna che per una volta si è dato la zappa sui piedi.
Per una volta!

 
At giugno 04, 2006 2:34 PM, Blogger Stefanoreves said...

Salve,
la invito a partecipare alla campagna per il ''NO AL REFERENDUM'', inserendo all'interno del suo sito l'icona apposita presente su

www.espertone.blogspot.com,


Perche' questa campagna e' piu' importante delle elezioni Politiche ed Amministrative.

Grazie per la cortese attenzione, spero di non averla disturbato.

Saluti
Stefano

 
At giugno 04, 2006 3:02 PM, Blogger Tom said...

mi sa che il referendum sarà la mazzata finale per silvio...altrochè sfratto di prodi!

 
At giugno 06, 2006 12:01 PM, Anonymous Anonimo said...

fai dei commenti di parte e commenti facendo leva sulla tua ignoranza della realtà.A.M.

 
At giugno 06, 2006 12:24 PM, Anonymous Anonimo said...

Le elezzioni amministrative sono elezioni locali, e non interessano la maggior parte degli elettori di destra, che non sono militanti come quelli di sinistra.
Gli elettori di destra preferiscono andare al mare, piuttosto che fare come quelli di sisnistra, che esprimono il loro odio con dileggi, offese e insulti, e concretizzano
ciò esprimendo il loro voto, ritenendosi per questo democratici, anche quando iseriscono voti falsi nelle urne dei seggi, visto che quasi tutte le sezioni sono nelle loro mani.
La sinistra ha falsato il voto, basta pensare alle urne ritrovate nella spazzatura e le comunicazioni errate effettuate.

 
At giugno 06, 2006 12:54 PM, Blogger informatore said...

Per il primo anonimo:

ti riferisci a me, l'autore del blog?
faccio commenti di parte come ogni persona che scrive. E' impossibile essere oggettivi. Sulla mia ignoranza sono d'accordo, però lo siamo un pò tutti, chi più chi meno.

Per il secondo:

Se pensi ai brogli elettorali prova a capire come mai Cuffaro vince sempre in Sicilia. Dopo che avrai appurato che si tratta di un voto palesemente pulito potrai di nuovo esternare le tue preoccupazioni sui brogli della sinistra.

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter