venerdì, maggio 19, 2006

I fischi alla democrazia: fiducia al Senato

Il seguente spezzone di articolo è relativo al 1994, anno in cui Berlusconi ottenne la sua prima vittoria alle elezioni politiche.
“…Berlusconi ha ottenuto alla Camera, una discreta maggioranza, non così al Senato, dove ha un vantaggio molto esiguo; virtualmente un solo voto, cioè seggi 159 contro 153 dell'opposizione, cioè con 2 astenuti (Spadolini e Taviani) e 4 assenti volontari C. Gori, Grillo, Zanoletti e Cusamano. Decisivi il voto dei senatori a vita COSSIGA, AGNELLI, LEONE…”
Oggi è accaduto qualcosa di simile rispetto all’episodio sopraccitato, nel senso che Prodi al Senato ha ottenuto la fiducia raggiungendo 165 voti grazie al voto di sette senatori a vita. I voti contrari sono stati 155. La differenza fra oggi ed il 1994 è rappresentata dai fischi ricevuti dai senatori a vita fra i quali Scalfaro e Ciampi.
Berlusconi: "I senatori a vita hanno fatto qualcosa che era profondamente immorale secondo la coscienza della nostra parte politica"
Che Berlusconi possa parlare di moralità mi sembra dubbio. Forse lui e la sua parte politica appartengono ad un ordine monastico di clausura? Non mi sembra affatto! Lasci stare questioni morali e di coscienza…
Biondi (FI) : “Con il soccorso bianco dei nonni della patria, i senatori a vita, compreso Ciampi e con gli eletti all'estero la maggioranza che non c'è è divenuta la maggioranza, che per ora, c'è…”
Se parla di nonni dovrebbe prima dare un’occhiata alla sua carta d’identità. Infatti il senatore è nato nel 1928, ha 78 anni, non proprio un ragazzino… Ci mancherebbe altro che i senatori eletti all’estero non potessero votare! Si sarebbe offeso Tremaglia…
A voi i commenti sui commenti dei politici…Dico soltanto che in una democrazia ognuno ha il diritto ed il dovere di esprimere il proprio parere, altrimenti i senatori a vita si potrebbero anche eliminare del tutto. Finchè sono senatori hanno ed avranno il diritto di votare secondo la loro coscienza. Nel 1994 Berlusconi aveva ottenuto la fiducia nello stesso identico modo e quindi risulta evidente come la CDL, ora che è all'opposizione, strumentalizzi il voto dei senatori a vita…Vergognatevi dei fischi, W la democrazia!

7 Comments:

At maggio 19, 2006 7:19 PM, Blogger Il pianista said...

pienamente d'accordo. Che la cdl parli di moralità dopo i cinque anni trascorsi è ouramente ridicolo, i fischi ai senatori a vita rappresentano un momento inqualificabile. Cosa fischiavano? il diritto di esprimersi e di votare?
Vergognatevi

 
At maggio 20, 2006 9:10 AM, Blogger Tom said...

avevano detto di voler fare un opposizione costruttiva!

 
At maggio 20, 2006 6:24 PM, Anonymous SANDRA said...

VERGOGNA!
Vergogna per l'opposizione, che si dimostra per quello che è;
vergogna per coloro i quali hanno ancora votato la destra , avendo dimostrato con questo la loro dabbenaggine o la loro protervia e malafede;
vergogna soprattutto per i giornalisti, tutti venduti, che non gridano allo scandalo sulle loro testate, rivendicando un minimo di dignità per gli italiani onesti che nulla hanno a che vedere con la volgarità di un'opposizione gretta, disonesta e meschina.

 
At maggio 22, 2006 11:05 AM, Anonymous Anonimo said...

D'accordo sulla stupidità dei fischi.
Ma se il 25 aprile abbiamo ritenuto democratico fischiare la Moratti con suo padre (ex deportato nei campi di concentramento), che probabilmente era tra i pochi che potevano festeggiare per fatto vissuto "la liberazione", mi chiedo perchè dovremmo ritenere antidemocratici i fischi ai senatori a vita. Rbadisco che ritengo stupido fischiare ad una votazione democratica, ma a quanto pare anche i fischi fanno parte della libertà di espressione. W la democrazia

 
At maggio 22, 2006 12:29 PM, Blogger informatore said...

Ok, ma teniamo distinte le due cose, nel primo caso si trattava di fischi della gente, nel secondo di fischi fatti da senatori all'interno del Parlamento e quindi, inteoria, legati al vincolo del rispetto delle istituzioni. Detto ciò, ognuno può fare quel che vuole però mi chiedo perchè abbiano fischiato...

 
At maggio 22, 2006 1:13 PM, Anonymous Anonimo said...

Hai ragione "INFORMATORE" infatti ho detto che è stupido fischiare, ma comunque non antidemocratico.
Il perchè hanno fischiato, io la chiamerei, senza mancare di rispetto alla destra o alla sinistra "l'invidia del perdente"
Per quanto riguarda il rispetto delle istituzioni, è successo più volte che si arrivasse alle mani in Parlamento, non prendiamo esempio (neanche dei fischi).

 
At giugno 06, 2006 12:33 PM, Anonymous Anonimo said...

Hanno fischiato una vittoria virtuale, inesistente e truffaldina.

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter