lunedì, maggio 08, 2006

Luciano, siamo tutti con te!

Questa la frase impressa sugli striscioni ieri pomeriggio in occasione del match Juventus-Palermo (2-1). Nonostante la condanna dei gravi episodi riguardanti le intercettazioni da parte di Carraro e l’indignazione di molti amanti del calcio, alcuni tifosi juventini hanno avuto pure il coraggio di presentare in curva uno striscione del genere. Vergogna! Per quanto ancora non si sia profilato un vero e proprio reato penale a carico di Moggi e compagnia, ciò che è accaduto non può essere considerato come un semplice scambio di battute fra dirigenti, designatori e arbitri. C’è qualcosa di più che ancora bolle in pentola e che presto verrà fuori. Alcuni affermano che, in realtà, le volontà di Moggi si riferirebbero a partite amichevoli e per ora è questo ciò che emerge soprattutto, ma è altrettanto probabile che interferenze di questo genere non siano state un semplice episodio isolato. Se fossi stato un tifoso juventino mi sarei vergognato dell’accaduto e non avrei certamente difeso il boss Luciano. Ritengo che sia nell’interesse di tutti i tifosi juventini desiderare chiarezza e pulizia e non permettere che la loro squadra sia considerata come una ladra in ogni stadio d’Italia in cui gioca. Prima di dare giudizi e condanne approssimative, però, aspettiamo il pronunciamento della giustizia sportiva e non, e soprattutto aspettiamo ulteriori rivelazioni e intercettazioni che possano dare un quadro più chiaro della situazione attuale di questo calcio malato.

1 Comments:

At maggio 11, 2006 12:51 AM, Anonymous liborio said...

Se per il Verono bastò una telefonata per mandarla in B, per la juve si prospetta l'iscrizione in terza categoria. VERGOGNA! Poi i tifosi si esibendo gli striscioni si sono dimostrati molto mediocri!

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter