mercoledì, febbraio 06, 2008

Cosa Rossa: l'autolesionismo dilagante.

Il gioco delle alleanze in vista delle prossime elezioni politiche, vista la rinuncia di Marini, è appena iniziato. Prepariamoci alle solite promesse, alle solite parole tipo "questa volta si cambia" oppure "servono idee nuove", tutte frasi trite e ritrite ma che chi le pronuncia spera sempre abbiano un certo effetto nella gente sempre più assuefatta alle dolci parole del "cambiamento".
Ma voi avete mai sentito dire un politico "servono idee vecchie" oppure "non è necessario cambiare" ???

Chissa perchè, pero, molta gente continua a credere alle parole di alcuni politici che di nuovo hanno forse solo un pronipote appena nato...Prepariamoci dunque ai vecchietti nostrani che parleranno di rinovamento, di cambiamento e di altre parole del genere. Tanto lo sappiamo già, no? Sono patetici.
Detto questo, vorrei dire due paroline alla "COSA ROSSA". Neanche il più stupido e ignorante fra tutti gli italiani avrebbe potuto immaginare un nome così "poco azzeccato" per definire un'alleanza politica (o quello che e, ancora non si e ben capito cosa sia!). E' talmente scontata l'assonanza con COSA NOSTRA che è veramente difficile capire chi abbia avuto un'idea così poco brillante.
La "COSA ROSSA" richiama concetti poco puliti, trame segrete e poco chiare, regole tassative, il dominio di alcuni capi, un'organizzazione capillare che controlla tutto e tutti. Insomma, proprio tutto quello che dovrebbe evitare la sinistra moderna per cercare uno sdoganamento! E poi come non immaginare le prese per i fondelli da parte della CDL nei confronti della COSA ROSSA. Fin troppo facile, un assist in area di rigore a porta vuota...
Per favore, ve lo chiedo seriamente: abolite per sempre il nome COSA ROSSA, non lo voglio più sentire, neanche per sbaglio.

2 Comments:

At febbraio 09, 2008 3:34 PM, Anonymous Anonimo said...

e se invece, per la prima volta, il nome "cosa rossa" fosse azzeccato?
d'altra parte perchè chiamare i movimenti politici riferendosi a concetti come libertà, popolo, democrazia ecc. quando in concreto non si rappresentano mai questi stessi ideali tanto sbandierati nei nomi e nei simboli?
almeno il nome "cosa rossa" non lascia spazio all'ipocrisia e rappresenta relamente quelli che sono i fini di tutti (tutti!) i movomenti politici, ovvero quelli che citavi tu, caro informatore: cose poco pulite, trame segrete, dominio di pochi ecc.
diciamo che chi ha scelto il nome ha, inconsciamente, evidenziato il reale intento dell'alleanza...
il nome "cosa rossa" forse è frutto di un lapsus ma, come freud ci ha insegnato, negli errori non voluti si nasconde la verità delle cose

 
At febbraio 29, 2008 2:39 PM, Anonymous Fiore said...

ciao, volevo segnalarti un sito dove gli utenti scrivono i programmi politici e si fa politica esclusivamente on line. per noi internauti è una buona occasione per far sentire la nostra voce in modo concreto. si chiama rete liberale, penso sia un piccolo spiraglio di cambiamento.

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter