giovedì, maggio 03, 2007

Rivera: ma quante polemiche!

“Il Papa ha detto che non crede nell’evoluzionismo. Sono d’accordo, infatti la chiesa non si è mai evoluta”. “Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, a Franco e per uno della banda della Magliana. E’ giusto così, assieme a Gesù Cristo non c’erano due malati di Sla ma c’erano due ladroni”.
Queste le parole del comico Andrea Rivera, uno dei presentatori del concertone del 1 maggio a Roma.
L'Osservatore Romano ha definito le battute come un attacco terroristico al Papa, la Rai si è dissociata da quanto detto dal comico, i politici hanno preso posizioni ferme e contrarie all'ironia del "citofonista" della Dandini.
Smettiamola, per favore. Ma è possibile che non si possa dire nulla in questo Paese? Quando si tocca la Chiesa sembra di toccare una mina antiuomo. Mi domando dove siano finite la libertà d'espressione e la libertà di critica. Non ha mica detto chissà quale cosa offensiva, infatti:

“Il Papa ha detto...evoluta”. Sono pienamente d'accordo e, comunque, è una battuta non offensiva e non tale da essere apostrofata come “terrorismo”. Chiedo alla Chiesa: quanto vi siete evoluti in 2000 mila anni? Tanto, considerato che non fate più le Crociate; poco, se pensiamo che ancora oggi considerate le convivenze e gli omosessuali come dei demoni in terra.

“Non sopporto...Magliana”. Anche su questa frase concordo pienamente, come avevo già scritto in un precedente post.

Forse, l'unico appunto potrei farlo all'ultima frase: “E’ giusto così...ladroni”.

Se avesse finito prima la battuta sarebbe stato meglio ma, alla fine, ritengo che si stia esagerando troppo.

Finiamola con queste polemiche inutili, sterili e bigotte. Viva la libertà d'espressione.

5 Comments:

At maggio 03, 2007 3:26 PM, Anonymous Anonimo said...

Mi permetto di dissentire su alcune osservazioni
Per quanto riguarda l'evoluzione della Chiesa potresti (forse) aver ragione, se non fosse che qualcuno le crociate le sta facendo ancora. Però sai, ora si chiama "esportare la democrazia", perciò prima si fanno cortei contro guerra, bandiere della pace, manifestazioni veramente condivisibili, poi si rifinanziano le "esportazioni di democrazia".
Per quanto riguarda la libertà di espressione vorrei invece ricordarti come è facile passare dalla "libertà di espressione" se si è contro la Chiesa, all'"ingerenza politica" se la Chiesa dice la sua.
Se democrazia deve essere, chiunque può esprimere la propria opinione senza offendere o attaccare malamente qualcuno.
GP

 
At maggio 03, 2007 3:47 PM, Blogger informatore said...

Ti rifersici al rifinanziamento della missione in Afghanistan di questo Governo, quanto intendi "esportazioni di democrazia"? Se si, non è questo il punto perchè la Chiesa non centra nulla. Se no, non capisco a cosa tu ti riferisca. Vorrwesti dire che la Chiesa anzichè fare le Crociate esporta la Democrazia? Volevo solo dire che il punto positivo dell'evoluzione è che non si fanno più le Crociate armate per convincere gli uomini alla conversione.

Per il secondo punto, è vero che eè facile passare dalla libertà di espressione all'ingerenza politica. Ma c'è una grossa differenza: quella di Rivera era una battuta e non ha pretese di cambiare leggi, o conservare lo status quo su alcuni temi etici. Quando la Chiesa legittimamente esprime le sue opinioni, invece, spesso lo fa per influenzare tutti i parlamentari filocattolici e direzionare la politica e le leggi, vedi Pacs o Dico. Pertanto, la libertà d'espressione non la nega nessuno alla Chiesa, ma talvolta questa libertà diventa, nei fatti, ingerenza politica...

 
At maggio 04, 2007 9:15 AM, Blogger FulviaLeopardi said...

amen

 
At maggio 04, 2007 6:13 PM, Anonymous Anonimo said...

Voglio solo dire che mentre la Chiesa ha smesso di fare le crociate 1000 anni fa, i paesi "democratici" non hanno mai smesso, questo vuol dire che sono indietro 1000 anni. Loro si si devono evolvere
Per il resto non mi riferivo a Rivera nello specifico. Ma se si parla di Pacs, la Chiesa ha il dovere di dire la sua. E se al governo ci sono parlamentari filocattolici, la prossima volta evitiamo di votarli, altrimenti
non lamentiamoci se anche loro si sentono cristiani.
GP

 
At maggio 05, 2007 8:10 PM, Anonymous Anonimo said...

Per quanto Cattolico, le parole di Riveira, non mi hanno colpito molto, invece questo post...

La Chiesa aimè si è evoluta nel tempo, dal Concilio Vaticano II, molte cose sono cambiate e non in meglio.

Però vorrei fare due appunti, il primo è che se mai dobbiamo guardare al periodo in cui Riveira ha detto quelle parole, dopo le minacce a Bagnasco e l'innalzamento della guardia.
Non credo che possa diventare un fomentatore di popolo... però c'è il rischio che uno si possa sentire più legittimato ad agire.

E poi secondo punto basta con la satira a senso unico... se tocchi musulmani o ebrei ecco scatta il putiferio. E non si può nemmeno più dire che siano presenza secondarie in Italia (o in Europa)

La battuta sui ladroni l'avrei lasciate perdere anch'io, un musulmano per molto meno l'avrebbe lapidato sul posto.

La Chiesa Cattolica non ha promosso nessuna guerra, anzi Giovanni Paolo II ha detto a Bush che prima o poi dovrà rendere conto a Dio delle sue azioni... per uno che non ha fede, può darsi che non sia un monito così forte, ma all'interno della Chiesa, suonano molto dure.
Non ogni Cattolico (o sedicente tale) che dice di voler fare le cose in nome di Dio agisce effettivamente in Suo nome.
(Cmq anche gli ateissimi e pacifissimi rinfondaroli e comunisti italiani... hanno rifinanziato la guerra... anche la Rame)

Comunque vi Abbraccio tutti nel Signore.

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter