lunedì, dicembre 04, 2006

Una manifestazione patetica.

Oltre 2 milioni, secondo il resuscitato Berlusconi, le persone presenti in piazza sabato sera a Roma per manifestare contro la Finanziaria. Già è chiara la prima cosa: l’ex Premier non ha smesso di dire cazzate. Sapete quante sono 2 milioni di persone? Circa 2/3 dei residenti di Roma, una cifra spaventosa. A parte questo, non ho ben capito, e stento a farlo, contro che cosa abbiano manifestato i sostenitori della CDL (meno Casini). E' ovvio, direte voi, contro le tasse agli autonomi ma, a pensarci bene, penso sia molto improbabile questa ipotesi. Forse la base elettorale di FI, composta in larga parte da evasori ed ignoranti, non ha ancora capito che saranno proprio loro i beneficiari della Finanziaria. Altro che 40.000 euro all’anno, le dichiarazioni degli autonomi hanno rasentato il ridicolo, pertanto questa categoria non potrà che essere avvantaggiata dal taglio delle imposte e da qualche assegno familiare. Forse sono preoccupati di dover pagare qualche doveroso migliaio di euro in più a causa dei maggiori controlli sull’evasione promessi dall’Unione. Inoltre, sono rimasto piuttosto colpito dall’ignoranza abissale mostrata da qualche manifestante intervistato. Qualcuno ha pure avuto il coraggio di imputare a Prodi la colpa che il figlio avesse un lavoro in nero! Questo è un Paese in cui la memoria storica si perde molto facilmente, troppo facilmente. Ricordiamoci che fino a sei mesi fa c’era la CDL al Governo, non Prodi, e proviamo a ricordarci di tutto lo schifo generato dal precedente Governo. Il popolo della CDL mi è sembrato un insieme di gente senza ideali, che a memoria recitava slogan del tipo “No alle tasse” e non si spingeva oltre…Quali sono i vostri ideali, mi chiedo, popolo della CDL? L’evasione? La libertà e la democrazia tanto sbandierata da Berlusconi e calpestata ripetutamente nei 5 anni precedenti? Se qualcuno legge questo articolo è pregato di rispondere.
Berlusconi ha avuto il coraggio di parlare ancora di elezioni poco pulite e di brogli. Facciamola finita, ma è possibile che quando qualcuno denuncia brogli (Deaglio) a sua volta viene denunciato da Pisanu, e quando Berlusconi fa la stessa cosa, non portando peraltro nessuna prova, gli si da ragione o si tace? Pisanu, denuncia anche tu Berlusconi!
Intanto, Casini ha manifestato a Palermo col suo grande amicone mafiosetto Totò Cuffaro, che bello spettacolo! Peccato, iniziavo ad avere un certo rispetto per Casini, volenteroso di spodestare il Cavaliere, ma francamente vederlo al fianco di Cuffaro mi è sembrato troppo. Mi chiedo come abbia fatto ad accettare e candidare nel suo partito un simile elemento. Qualcuno dice che l’UDC abbia manifestato a Palermo a causa del forte radicamento del partito nel territorio, e ci credo: qualcuno può forse negare che Cuffaro sia “ben radicato” nel territorio?

7 Comments:

At dicembre 04, 2006 12:13 PM, Blogger cherrydelicious said...

Sarà un fenomeno strano, ma comunque è su larga scala: la maggiorparte delle persone stupide che conosco vota berlusconi.[La rimanente parte,(della gente stupida naturalmente)crede che il voto non serva a niente e non esercita il diritto.]
A questo punto ragionando per logica un motivo ci sarà per cui Berlusconi dice tutte ste stronzate e il suo elettorato ci crede...

 
At dicembre 04, 2006 2:17 PM, Blogger Johnny said...

La destra ha sempre condannato le cazzate fatte da chi frequenta i centri sociali nelle manifestazioni, però è stat zitta sugli slogan nazifascisti e omofobi urlati durante la loro manifestazione

 
At dicembre 04, 2006 4:11 PM, Blogger Ed said...

Una cosa l'ha ottenuta, il Capo: il benservito da Casini ;-)

 
At dicembre 04, 2006 5:15 PM, Anonymous Anonimo said...

Boh, io so solo che a questa manifestazione non avrei avuto paura di partecipare, ed infatti c'era donne, bambini, anziani e giovani. Alle vostre invece avrei veramente paura a metter piede...

Per una volta, ma solo per una volta, se vi riesce, anche se non è nel vostro DNA, prendete atto della riuscita della manifestazione.

E basta rosicarvi!


P.S. Grazie a voi coglioni pagherò più tasse. (No, non sono un lavoratore dipendente evasore fascista, un semplice lavoratore dipendente che vorrebbe mettere su famiglia ma che dovrà rimandare...)

Grazie

 
At dicembre 04, 2006 5:24 PM, Blogger El Pinacomedier said...

Sabato pomeriggio a Roma sono state intervistate persone apparentemente di estrazione sociale piuttosto assortita, quindi non hanno partecipato solo borghesi medio-alti. A dire il vero ci sarei voluto andare anch'io, per pura curiosità, naturalmente.
Di curiosi ed infiltrati ci sono in tutte le manifestazioni, certo che due milioni sono due milioni (erano davvdero cos¡ tanti?).
Tutta gente così arrabbiata da convincersi a scendere dalle loro Mercedes e poltrone di pelle umana solo perchè hanno sentito minacciare il loro tenore di vita?
Non credo, la differenza tra la destra del ventennio, quella del dopoguerra e quella di oggi, sta nei personaggi che l'hanno cavalcata e non nelle persone che l'hanno seguita.
Il Mussolini che si affacciava dal famoso balcone e riceveva ovazioni dalle immense folle che si radunavano li sotto non è tanto dissimile dal Berlusconi di oggi, infatti, allora come adesso non erano tutti costretti a farlo come si sono poi affannati a dire dopo aver perso la guerra, mio nonno (per fare un esempio) abitava a duecento metri da piazza Venezia e lui a quei simpatici raduni non c'è mai stato.
Giorgio Almirante, Gianfranco Fini e gli altri non avevano queste capacitá e nell'etá di mezzo dal dopoguerra alla discesa in campo di Berlusconi non c'é stata praticamente storia, dal punto di vista di grandi manifestazioni e consensi di piazza pro destra, naturalmente.
Il Berluska di oggi ricalca il carisma e la capacità di ammassare le folle inkazzate, proprio come il Benito di Comacchio di allora, hanno anche lo stesso problema di calvizie, in questo senso preferisco il Benito, almeno lui aveva la decenza di radersi il capoccione a zero e non di farsi dei femminei trapianti capilliferi.

 
At dicembre 04, 2006 5:48 PM, Blogger informatore said...

Se sei un lavoratore dipendente e hai meno di 40.000 di reddito l'anno non dovresti avere problemi, visto che le tasse diminuiranno. Se ne guadagni di più, non penso che 100 euro in meno all'anno ti impediscano di metter su famiglia!

 
At dicembre 07, 2006 8:49 AM, Anonymous Roberto said...

C'è un'Italia di professionisti, artigiani, commercianti, impiegati, tutta gente ignorante che vota FI, ma che ha un reddito serio e commisurato all'impegno che mette sul lavoro, che studia, che si aggiorna, che crea, che produce. E c'è un'Italia di elettori intelligenti di Prodi, che tira a campare, che odia, che invidia, e che non cresce mai e che non va mai da nessuna parte.

Fossi in voi rifletterei, perché da sempre chi difende "i lavoratori" mantiene gli stessi nella condizione in cui sono sempre stati: poveri e sfruttati.

 

Posta un commento

<< Home

Free Hit Counter
Free Hit Counter